Featured Slider

Latest instagrams

Saponi naturali e artigianali del momento 🌿

Il sapone fatto a mano è speciale. Iniziamo questo post con una verità incontrovertibile. Non solo è artigianale, e come tutte le cose artigianali unico, ma nella maggior parte dei casi è frutto di tradizioni antiche portate avanti nel corso dei secoli, quindi è unico e prezioso 🌿
Tenere tra le mani, sfregare sulla pelle ed odorare il profumo di un sapone che ha una storia così antica è per me un rituale magico, estremamente rilassante ed evocativo. Poche altre cose riescono a farmi provare la stessa sensazione (una di queste è l'hennè!), ed è questo il motivo per cui nel mio bagno non manca mai qualche sapone fatto a mano, che alterno a seconda degli usi e delle esigenze.
Le tre meraviglie che sto utilizzando in questo periodo sono ammonticchiati qui sotto, in rigorosa posizione piramidale. Chi li riconosce? 


Scotti Vegan Shoes: la collezione autunno/inverno 🍂

La scorsa primavera, con lo schiudersi dei petali dei fiori, lo svolazzare sempre più incessante delle api e il tripudio di colori a ricordarci che una nuova rinascita si sta compiendo, ha fatto capolino una  nuova meravigliosa collezione Scotti Vegan Shoes delicata ed elegante proprio come la primavera stessa (di quella precedente, avevo parlato qui) 🌸
Non ho mai nascosto il mio particolare amore per questa giovane realtà italiana, etica, artigianale e vegan, non soltanto per la filosofia che la guida ma per la bellezza -oggettiva- delle creazioni che propone. Impossibile non innamorarsene!

Accantonati sandali e scarpe aperte, è arrivato il momento di dare un'occhiata alla neonata collezione autunnale:

Aisha Giraffe Collection di Angela Roi: borse vegane per la salvaguardia delle giraffe

Avete mai osservato una giraffa da vicino? Io -purtroppo- sì. Dico "purtroppo" perché l'ho fatto, molti anni fa, all'interno di uno zoo, ed anche se posso dire a mia discolpa che ero piccola e inconsapevole, ricordo l'impressione di magnificenza ed eleganza che questi splendidi animali avevano generato in me, pur confinati in un ambiente ristretto e non naturale. Aisha, in Swahili, significa "vita", e Aisha è il nome che Angela Roi, brand di borse vegane, ha voluto dedicare alla nuova collezione, in collaborazione con il Wild Nature Institute, e che riguarda proprio la salvaguardia di questi splendidi mammiferi:



Gommage stimolante per il corpo di Acorelle

Bene, ho sempre detto e ribadito di non essere (o, almeno, non esserlo più) una costante consumatrice di prodotti per il corpo; è sufficiente -per il mio tipo di pelle- una detersione accurata e delicata e, a seguire, un' idratazione blanda, dal momento che non ho secchezze particolari, che in genere affido ad un olio vegetale puro (quello di sesamo è il mio preferito, anche perchè molto versatile!).

Ma, si sa, l'autunno -la mia stagione del cuore, votata all'interiorità e alla calma- vuole che la pelle si rinnovi dopo il caldo e venga predisposta al passaggio alla stagione fredda, e così ho acquistato (assecondando anche un po' la voglia di rimettermi in forma, dopo un' estate così così) un gommage stimolante, prodotto da Acorelle

Bagnoschiuma rilassante con oli essenziali di cannella e arancio di Tea Natura

Il profumo di cannella, più di ogni altro, è quello che io associo all'autunno; non importa che io sia cresciuta in un piccolo paese di montagna, e gli odori che percepivo quando, alla fine di agosto, il cambiamento di temperatura e di colori si affacciava prepotente, erano quelli di castagne, funghi del sottobosco e foglie bagnate. Sarà l'amore per l'India e la cultura orientale che, via via, si è fatto sempre più grande, col passare degli anni, ma il profumo di questa spezia ha scalzato tutti gli altri. 

E quindi, per festeggiare l'arrivo della mia stagione preferita, ho acquistato il bagnoschiuma rilassante di Tea Natura, al profumo di arancio e cannella:


La raccoglitrice di piante abbandonate 🌿 (ovvero, come cerco di tutelare l'ambiente in cui vivo)

Come tante cose belle di cui sono venuta a conoscenza grazie a circostanze fortuite, il caso mi ha fatto da poco scoprire un blog che ha attirato fin da subito la mia attenzione, a partire dal come, Sentiero Sottile: parla di sostenibilità, alimentazione e permacultura, in una chiave molto personale . Nonostante la varietà dei temi trattati (quelli da me elencati sono soltanto una parte), tutto ruota attorno al concetto di Natura come Pachamama, la Madre Terra da cui tutto parte e a cui tutto torna, e alle idee che possiamo mettere in pratica per arginare il disastroso declino che stiamo riservando al nostro ambiente. 
In particolare, questo post mi ha fatto riflettere sulla necessità di spendere due parole su quello che io faccio per rendere il luogo in cui vivo (una città che ha davvero molto su cui lavorare...) più vivibile, sano, pulito. Non perchè quello che io faccio abbia dello straordinario, ma perchè magari, leggendo queste righe, qualcuno possa iniziare a guardarsi attorno e a compiere piccoli gesti che, a loro volta, potranno ispirare altre persone nella stessa direzione, creando un circolo virtuoso che, si spera, possa produrre un cambiamento significativo. Ce n'è davvero bisogno.

Innanzitutto, nel mio zainetto (ho, ahimè, detto addio alla borsa in favore di un accessorio più comodo e sicuro, perchè mi muovo spesso da sola) c'è sempre un sacchetto di plastica o compostabile, in coppia con un paio di guanti in lattice (e qualche fazzoletto, a volte). Perchè? Perchè mi capita, molto più spesso di quanto avrei mai immaginato, di trovare piante vive sradicate e abbandonate, sul marciapiede o in prossimità delle campane per la raccolta dei rifiuti. 

Questa pianta grassa era stata sradicata e abbandonata, assieme al vaso che l'aveva fino a poco tempo prima contenuta, sul marciapiede

Colluttorio alla ratania di Weleda

Da quando ho compreso il ruolo fondamentale della bocca per il benessere globale dell'organismo (banale, direte voi! e invece non è un fatto scontato, ahimè...), ho iniziato a dedicarle più cure di quanto fossi solita fare in precedenza. L'igiene di questa zona intermedia e di passaggio tra l'ambiente esterno e l'interno del nostro corpo è fatta di diversi passaggi (alcuni dei quali elencati qui, in un mio post precedente). 

Oggi vi voglio parlare dell'ultimo step della cura quotidiana che riservo a questa zona delicata ed importante, ed in particolare del colluttorio che sto utilizzando da tempo, a base di ratania e prodotto da Weleda: