Latest instagrams

Nuove scoperte!(Olii essenziali di tea tree e di arancio dolce di Centifolia)

Senza che queste mie righe abbiano la pretesa di dare consigli medici (non ne ho le competenze!), volevo parlarvi della mia personale esperienza di utilizzo di alcuni olii essenziali, che ho comprato dopo aver letto un interessante libriccino sugli antibiotici naturali. Gli olii in questione sono questi:




L'olio di tea tree (ottenuto dalla distillazione a vapore delle foglie di una pianta australiana, la Melaleuca alternifolia) e l'olio di arancio dolce.
Ricordo che mia mamma, fin da quand'ero piccola, comprava e ricomprava un unguento a base di tea tree che utilizzava per moltissimi motivi e che cercava sempre di propinarmi quando avevo il raffreddore o quando comparivano dei foruncoli. Ovviamente non avevo idea che l'olio di tea tree fosse davvero un potente antibiotico naturale, ed infatti la prendevo sempre in giro quando ne decantava le proprietà, ma dal momento in cui ho deciso di approfondire la conoscenza della medicina naturale, ho effettivamente appurato e testato su di me la sua straordinaria efficacia.
L'olio che vedete in foto è di origine biologica certificata; ha un odore piuttosto intenso e pungente, e in genere se ne applicano poche gocce sempre miscelate in una crema o in altro olio vegetale.
Dunque: soffrendo di eruzioni cutanee localizzate sul mento (e in genere nel periodo pre-mestruale), ho pensato di applicare la mia solita crema idratante con due gocce di olio di tea tree due volte al giorno, mattina e sera. I risultati sono visibili nel'arco di due-tre giorni: pelle più pura e brufoli scomparsi.
Ma il motivo per cui ho deciso di parlare di questo unguento è un altro: da un anno, circa, avevo sulla gamba una macchia rossa di forma circolare, all'inizio piuttosto piccola, e poi, col passare dei mesi, sempre più grande fino ad arrivare ad avere un diametro di circa 5 centimetri. Non avevo la più pallida idea di cosa potesse essere, e rimandavo la visita dal dermatologo da tempo, un po' per pigrizia un po' per impegni vari. Era una macchia che non mi dava prurito, nè secchezza o altri problemi particolari. Due settimane fa, circa, parlando con una signora che ha fatto l'infermiera per anni in ospedale, ho pensato di chiedere a lei cosa potesse essere, e lei mi ha detto che molto probabilmente si trattava di un fungo cutaneo, che troneggiava sul mio polpaccio da tempo immemore. Ok, mi sono detta, vado in farmacia a comprare un antimicotico. Poi, parlando con mia mamma, ho deciso di prendermi una settimana di tempo e di provare prima a combattere l'infezione con l'olio di tea tree, appunto. Risultato: la macchia è quasi del tutto sparita, dopo un periodo di trattamento di circa 10 giorni. Che fosse un potente antisettico e antimicotico ne avevo sentito parlare, ma queste informazioni le ho testate su di me e ora non posso che riconfermarle (anche se non ce n'era bisogno!)


L'olio di arancio dolce ha, invece, un profumo molto meno carico, più dolce e invitante e, in virtù delle sue proprietà rilassanti, lo utilizzo la sera prima di andare a dormire, diluito in acqua bollente per fare 10 minuti di fumenti (non ho ancora preso il raffreddore quest'inverno!! :D), ne bastano davvero poche gocce, 2-3, perchè se l'acqua viene caricata troppo di olio diventa davvero difficile inspirarla e provoca peraltro un po' di bruciore agli occhi (la prima volta che ho provato ne avevo messe circa una decina, e il risultato è stato che ho dovuto buttare via il tutto e rifarla  -__-). Una goccia messa anche sul cuscino e il sonno è assicurato!
Ottimo da utilizzare anche per profumare e igienizzare gli ambienti, nell'umidificatore dei caloriferi o negli appositi vaporizzatori. Crea un ambiente rilassante e piacevolissimamente profumato!


Nessun commento