Latest instagrams

Miso ReLOVEution!

                                                                    
                                                                                  Genki kubari, egao kubari.
                                                      Sii generoso con la tua energia. Sii generoso con i tuoi sorrisi.

                                                                                          (proverbio giapponese)



La filosofia zen sa quanto il corpo e la cura di esso siano indispensabili per godere di una vita sana, equilibrata e serena. Non è un caso, quindi, che proprio i paesi in cui lo zen è nato e si è sviluppato siano gli stessi ad avere  sviluppato una cultura culinaria improntata al benessere di corpo e mente, ricca di vegetali e di alimenti fermentati. 
I cibi fermentati sono stati una scoperta fondamentale, per me. Come afferma Sandor Ellis Katz nel suo Il grande libro della fermentazione (la Bibbia della fermentazione casalinga!) 

La fermentazione
cuoce il cibo senza aver bisogno di nessuna fonte di energia, lo preserva e ne allunga la vita, quindi è un ottimo metodo per diminuire l’impatto ecologico di ogni singolo individuo sulla terra: se questa tendenza diventasse di massa, non è azzardato pensare che potrebbe far diminuire i numeri dei frigoriferi nei supermercati o nelle case, l’uso di gas e di piastre a induzione…”.

Non è un caso se, proprio negli ultimi anni, data la riscoperta e la conseguente valorizzazione del mondo contadino -e quindi di una cibo più sano- gli alimenti fermentati siano tornati in voga , per via del loro impatto ambientale limitato (evidenziato da Katz) unito a quello nutrizionale e salutistico. Ma che cos'è la fermentazione? Nient'altro che una reazione chimica in cui funghi e batteri trasformano gli ingredienti di partenza producendo metaboliti che ne migliorano il gusto. Gli alimenti fermentati non hanno soltanto un gusto particolare, ma sono anche ricchissimi di benefici per la salute: migliorano la digestione, rinforzano il sistema immunitario, riducono le manifestazioni allergiche, migliorano l'aspetto di pelle e capelli, e molto altro ancora.

Tra i cibi fermentati che preferisco, il miso è senza dubbio quello che utilizzo di più:


miso di orzo non pastorizzato



Il miso è un condimento derivato dalla fermentazione dei fagioli di soia gialla, a cui possono essere aggiunti cereali come orzo, riso, grano saraceno. L'aspetto è quello di una pasta marrone, abbastanza densa, che può essere aggiunta a zuppe e salse. Famosa è, appunto, la zuppa di miso, un piatto che, in Oriente, viene consumato quotidianamente e che svolge un ruolo nutrizionale molto importante, visto il suo contenuto di proteine, vitamine e minerali. Questa è la ricetta, se volete cimentarvici! 
Io lo acquisto su Macrolibrarsi, anche se consiglio di rivolgersi ai piccoli produttori locali come Carlo Nesler, che tiene anche diversi corsi e approfondimenti sul tema. Meglio il Km (quasi) zero! ;) 🌿


Se volete saperne di più, oppure se avete intenzione di darvi all'autoproduzione, oltre a Il grande libro della fermentazione, citato prima, vi consiglio il manuale dei cibi fermentati, un ricettario corredato di molte illustrazioni e che spazia attraverso le tradizioni culinarie dei paesi più disparati, dalla Grecia alla Turchia, fino ad arrivare all'India e al Giappone. 


La fermentazione è come una danza. Il fungo Aspergillus orza, quello che crea il koji, lievito indispensabile dei fermenti orientali come la salsa di soia o il miso, mette in scena una vera e propria danza, con un suo ritmo e una sua coreografia: comincia con piccole bollicine effervescenti, si velocizza, matura, rallenta e alla fine si placa”

Se volete fare acquisti sul sito di Macrolibrarsi, al momento dell'ordine potete inserire il codice 6027 -se vi fa piacere; non pagherete nulla in più, ma la sottoscritta, grazie al programma di affiliazione, riceverà una percentuale sul vostro ordine. Nel mio blog parlo e consiglio solo e soltanto prodotti in linea con la mia filosofia di pensiero: ecologista, etica e cruelty-free!

1 commento