Latest instagrams

Fondotinta minerale Light Warm di Neve Cosmetics

La scoperta del trucco minerale -avvenuta ormai tre o quattro anni fa- è stata una manna dal cielo: la mia pelle, mista e con tendenza a sviluppare brufoli ed impurità soprattutto in concomitanza di scombussolamenti ormonali, non ha mai sopportato trucchi pesanti ed eccessivamente coprenti. Il trucco minerale prometteva una discreta coprenza ed un effetto opacizzante, ed il tutto senza ricorrere ad un lavoro eccessivo di mani e pennelli, motivo per cui ho iniziato ad interessarmene. La curiosità mi ha spinta a provare diverse marche, ma ad oggi il mio brand minerale del cuore è ancora Neve Cosmetics, il primo che io abbia testato, e quello che continuo a consigliare per il rapporto qualità/prezzo davvero valido. Il must-have della casa cosmetica -per quel che mi riguarda- è il fondotinta: estremamente versatile, coprente, opacizzante e dall'effetto naturale, e che può essere applicato in diversi modi, a seconda dell'effetto che si vuole ottenere.







I metodi di utilizzo e applicazione variano a seconda della coprenza che si desidera: il metodo classico prevede una semplice e veloce applicazione della polvere libera con un pennello a setole compatte, e l'effetto che si ottiene è del tutto naturale, opaco e delicato; il metodo liquido permette, invece, di ottenere una coprenza molto alta, simile a quella dei fondi tradizionali, tramite la stesura del pigmento con un pennello precedentemente bagnato; con il metodo cremoso è invece possibile unire la quantità di polvere desiderata all'abituale crema idratante ed ottenere un effetto intermedio tra i due precedenti; per correggere o minimizzare piccole imperfezioni, lo si può utilizzare a mo' di correttore, picchiettandolo sulla zona interessata con un pennello adatto; per un finish vellutato e professionale, lo si può unire ad una cipria, sempre in polvere, e stendere con un pennello a setole fitte.
Il fondotinta che utilizzo, per la mia pelle chiara dal sottotono caldo, è il Light Warm ad alta coprenza: in inverno lo lavoro con un pennello kabuki per ottenere un effetto più evidente, mentre utilizzo un pennello a setole più rade durante le altre stagioni per avere una base leggera. Un altro punto a favore della polvere libera è la velocità con cui la si lavora e la si stende, nulla di più semplice! E se non si esagera con la quantità, il rischio di fare pasticci e creare una base non uniforme è praticamente nullo.









Lo consiglio alle ragazze alle prese con problemi di pelle grassa: l'ossido di zinco e la mica presenti nella formulazione asciugano la pelle e tendono ad opacizzarla. Più in generale, trovo che il trucco minerale, proprio per la leggerezza della sua formulazione, possa essere alternato ad un trucco più sostenuto per dare un po' di respiro alla pelle e mantenerla comunque curata, 'schermata' e protetta da agenti esterni, come freddo ed inquinamento.

2 commenti

  1. Ciao!
    Ti dirò io sono stata tentata tante volte dai fondi minerali, ma non li ho mai provati. Solo una volta spinta dalla curiosità, ne provai uno che tutto era tranne che minerale. Se non erro era della max factor, ma l'esperienza non era stata affatto positiva.
    Questo di neve è un po' di tempo che medito se acquistarlo, ma la mia paura è la durata, non so magari con acqua e umidità potrebbe svanire e questo non mi farebbe piacere. Certo sarebbe molto utile in quelle situazioni in cui si esce per un paio d'ore...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Per quanto riguarda la durata, in effetti le tue paure sono fondate: dopo qualche ora la polvere tende a svanire. Prova a stendere sotto un velo di primer, aiuta a fissarla più a lungo. Io non tornerei più indietro, amo la comodità e la leggerezza dei fondi minerali, anche se in inverno, col freddo, lo alterno con fondi un po' più corposi :)

      Elimina