Latest instagrams

Zen-s-azioni (consigli di lettura)

Nonostante il mio essere lettrice vorace, solo da poco ho abbandonato la strada più battuta e sicura dei romanzi per cimentarmi nella lettura di saggi e testi che riguardano l'autoanalisi, la crescita personale e la meditazione in modo più costante e attento di quanto non abbia fatto in passato. Non che i romanzi (a meno che non si tratti di letteratura di serie B) non ci portino a riflettere (su noi stessi ed il mondo), ma lo fanno in modo più marginale rispetto ai libri che, invece, hanno proprio quello come scopo :)

Ne ho letti diversi, in questi ultimi mesi, e altri ne sto leggendo, attingendo sia al mondo orientale che a quello occidentale, purtroppo spesso snobbato dalle persone che ritengono che soltanto le culture esotiche abbiano qualcosa da insegnare in materia. Al contrario! Leopardi, Montale, Pirandello, De Beauvoir (per citarne solo alcuni, naturalmente) non sono meno maestri di un Dalai Lama, i cui libri comunque leggo :) Insomma, per quella che è la mia esperienza di insegnante di yoga e amante dell'India e delle culture orientali, e nello stesso tempo lettrice di autori americani come polacchi o portoghesi e amante dell'arte italiana, credo che ogni cultura abbia prodotto manifestazioni interessanti (letterarie come artistiche e musicali) e utili a chiunque voglia indagare su di sè e sul modo in cui interagiamo gli uni con gli altri. Occorre solo saper scegliere con attenzione e liberi da ogni pregiudizio (positivo o negativo che sia).


Uno dei miei primi amori letterari collegati alla spiritualità e alla psicanalisi è stato Alejandro Jodorowsky, che sto scoprendo piano piano anche perchè ha pubblicato una mole impressionante di libri e saggi, non tutti di facile comprensione. Il consiglio che voglio dare a chiunque sia interessato ad intraprendere un percorso di crescita personale è la lettura di "Il Dito e la Luna", un testo difficile da descrivere, ma che in sostanza è una raccolta di commenti ad aforismi zen, haiku e koan. La difficoltà che trovo nel parlarne deriva dalla natura stessa dei commenti di Jodorowsky, arguti, esilaranti e talvolta spiazzanti, e che non finiscono mai di offrire spunti di riflessione. Un libro da leggere con attenzione e da tenere sul comodino per essere riaperto ogni qual volta si è alla ricerca di consigli e risposte.




Thich Nhat Hanh: monaco buddista, attivista, scrittore e poeta. I suoi -innumerevoli- libri sono sempre fonte di grande ispirazione, ma ce n'è uno, in particolare, che consiglio perchè offre consigli pratici di meditazione ai neofiti (e non solo). La meditazione è il primo e più importante passo per chiunque voglia percorrere il cammino della consapevolezza.
"Lo splendore del Loto" contiene una serie di esercizi di meditazione guidata, in ordine di difficoltà, e anche se il mio consiglio è quello di affidarsi ad una guida in carne ossa (almeno per i primi periodi) chiunque sia impossibilitato a farlo può rifarsi a questo agile manuale, che spiega in modo chiaro come meditare ed il significato di ogni esercizio.




                                                                 Com'è fresco il soffio del vento!
                                                                   La pace è ogni passo.
                                                                   E fa gioioso il sentiero senza fine.
                                                                   (Thich Nhat Hanh, "La pace è ogni passo")

Nessun commento