Latest instagrams

Natural creamy make-up di Benecos (tonalità honey)

Non so esattamente cosa mi sia passato per la testa nel momento in cui ho inserito nel carrello on-line, sul sito Farmacia Natura, un fondotinta liquido per l' ESTATE, io che ho la pelle mista, che mi trucco pochissimo e che pure d'inverno esco con un filo di fondo minerale e via  °_°  A mia discolpa posso dire che credevo fosse più una crema colorata che un vero e proprio fondotinta. In ogni caso, il 'danno' ormai era fatto e non mi è rimasta altra alternativa che provare ad usare il natural creamy make-up di Benecos (tonalità honey) nella maniera più ottimale, chè non volevo che se ne rimanesse chiuso nell'armadietto in attesa di temperature più basse e quindi più consone a prodotti di questo tipo, pesanti per il mio tipo di pelle.


Si tratta di un fondotinta liquido, contenuto in un tubetto da 30 ml, disponibile in tre colorazioni (nude/honey/caramel); io ho scelto quella intermedia per fare in modo che si armonizzasse con la pelle leggermente abbronzata di questo periodo.





Partiamo dalla consistenza, quella che si percepisce sui polpastrelli non appena lo si spreme dal tubetto: decisamente oleosa e 'ricca'. L'inci, infatti (che non è scritto sul tubetto nè tantomeno sulla confezione esterna, di cui il prodotto è sprovvisto), contiene olio di jojoba (protettivo, antiossidante ed idratante), burro di karitè (nutriente ed elasticizzante), estratto di rosmarino (tonificante), olio di semi di girasole (idratante) ed aloe vera (cicatrizzante, lenitiva e tanto altro).

La mia esperienza sulla pelle asciutta e 'nuda', ossia senza alcun tipo di base (correttore o primer) sotto: questo fondo è coprente al punto giusto, nasconde le imperfezioni senza risultare eccessivo o finto, ma è davvero difficile da stendere, e per chi ha poca dimestichezza con questo genere di cosmetici l'impresa rasenta l'impossibile. Ho provato a lavorarlo con le dita, con il pennello apposito e con una spugnetta umida, ma niente da fare, si stende male e crea strisce visibili. Il risultato quindi è tutto fuorchè uniforme. Il fatto che poi tenda a raggrumarsi e seccarsi dopo pochi secondi crea ulteriori complicazioni (come la foto qui sotto, scattata dopo una decina di secondi dalla stesura, dimostra..) a meno di non avere una mano molto abile e veloce.


L'unica soluzione possibile era quella di amalgamarlo alla crema idratante che metto dopo aver lavato il viso, e così ho fatto: metà quantità di crema idratante e metà di fondotinta. L'ho lavorato bene con le dita e poi l'ho steso sulla pelle, rigorosamente UMIDA, con lenti ed accurati movimenti circolari. La coprenza non è certo quella di un fondotinta, ma a me non dispiace: l'effetto è naturale e ho notato che regala una leggera luminosità alla pelle. Nelle giornate di caldo intenso non mi sono minimamente sognata di metterlo, ma in questi giorni di tempo decisamente fresco e ventilato mi ci sono trovata molto bene, anche se l'effetto dopo 4-5 ore tende a svanire.

foto scattata in presenza di luce naturale, a distanza di 2 ore circa dalla stesura
In conclusione: come fondotinta è decisamente rimandato (quantomeno a settembre, quando magari il fresco mi renderà più incline a sperimentare ed impratichirmi); molte ragazze hanno lamentato il mio stesso problema, ma dopo un periodo di prova sono riuscite a trovare il modo per loro più giusto di stenderlo bene, e chissà che non capiti anche a me. Come crema colorata, unita a quella idratante, lo trovo assai grazioso: non pesante, non unto e discreto. Una promozione a metà, insomma, anche se il prezzo piccolo piccolo (7 euro) mi spinge a pensare che dopotutto uno sforzo in più lo possa anche chiedere, rispetto ai cosmetici molto più cari da cui, giustamente, pretendiamo la perfezione ;)
E voi, lo avete mai usato?

Nessun commento