Latest instagrams

Le Fard di Avril (ombretto nella tonalità 'marécage')

L'autunno, chissà perchè, coincide con la mia rinascita (fisica e mentale) come accade a tante persone con la primavera. Questa ventata di ottimismo si accompagna ad una voglia di sperimentare un po' di più anche con il trucco, che in estate, di solito, abbandono quasi completamente. Ho tirato fuori dal beauty questo ombretto di Avril, nella tonalità marécage, per inaugurare la stagione autunnale, che inizia proprio oggi, perchè trovo che questo colore, così discreto ed elegante, sia perfetto per questo periodo.



colore visto alla luce del giorno, fotografato senza flash

colore fotografato con flash

Si tratta di un ombretto compatto, in cialda, inserito in questa confezione pratica e maneggevole, dotata di una chiusura trasparente; il colore è un verde militare opaco che, alla luce diretta del sole e del flash del telefono, tira fuori riflessi dorati, delicati ma ben visibili. La consistenza è morbida e setosa. Lo applico con la punta del polpastrello dell'indice destro, e mai col pennellino, perchè preferisco 'sentire' come stendo il prodotto (è una tecnica che ormai ho affinato, e che utilizzo per applicare ombretti dal colore poco visibile che non necessitano di particolare precisione nella stesura); lo stendo solo sulla palpebra mobile, e sfumo poi successivamente il residuo che rimane sul dito sulla parte restante, per non appesantire troppo l'occhio.

applicazione sulla mano, fotografato senza flash

applicazione sulla mano, fotografato con flash


Sulla palpebra, prima di sfumare l'ombretto, applico il bio-primer di Neve (un primer specifico per gli occhi forse sarebbe più adatto allo scopo, ma questo di Neve trovo che sia valido, e più lo utilizzo più me ne convinco; è leggero ma performante e non mi ha mai dato nessun tipo di problema a livello cutaneo, nemmeno dopo averlo utilizzato in estate, e steso sulla palpebra non mi crea alcun fastidio, anzi. La recensione, se interessate, potete trovarla qui). Prelevo poi una piccola quantità di polvere e la stendo sulla palpebra partendo dalla zona interna, vicina al naso, per poi arrivare a coprire l'intera zona. La durata è ottima, rimane al suo posto per l'intera giornata senza sbavare e creare aloni nella parte superiore, anche se, dopo varie ora dall'applicazione, il colore sbiadisce leggermente. Qui sotto riporto l'inci, preso proprio dal sito Avril:

INGREDIENTS: TALC, ZEA MAYS STARCH / ZEA MAYS (CORN) STARCH*, MICA, CAPRYLIC/CAPRIC TRIGLYCERIDE, OCTYLDODECANOL, GLYCERYL CAPRYLATE, DEHYDROACETIC ACID, SORBIC ACID

MAY CONTAIN +/-: CI 77891 (TITANIUM DIOXIDE), CI 77492 (IRON OXIDES), CI 77491 (IRON OXIDES), CI 77499 (IRON OXIDES), CI 77742 (MANGANESE VIOLET), CI 77510 (FERRIC FERROCYANIDE)
*ingredienti provenienti da agricoltura biologica.

La polvere di guscio di noce di argan e l'estratto di melograno rendono l'ombretto idratante ed antiossidante. Il prezzo, come tutti i cosmetici Avril, è decisamente basso, ed è di circa 6 euro. Sul sito, potete trovare tutta la gamma di colori degli ombretti; io ho adocchiato Prune Mat, un bellissimo prugna opaco, che al mio prossimo ordine prevedo di acquistare :)

Nessun commento